Sportello d’Ascolto

 

SPORTELLO D'ASCOLTO PSICOLOGICO
ORGANIZZAZIONE

Sarà garantita l’apertura dello sportello un giorno a settimana in sede centrale, Viale Manzoni, 47. I colloqui si svolgeranno il venerdì dalle ore 13.00 alle ore 17.00. I colloqui verranno svolti dalla dott.ssa Maura Benedetti􏰁, psicologa, psicoterapeuta, esperta in psicologia scolastica e di comunità e dalla dott.ssa Rosanna Vignola, psicologa, psicoterapeuta, esperta in neuropsicologia dell’età evolu􏰂va 

Per accedere allo sportello è necessario prenotare un appuntamento scrivendo una mail, inviando un messaggio o telefonando alle psicologhe di riferimento:

  • dott.ssa Maura Benedetti􏰁: benedetti.sportellonewton@gmail.com – cel: 327 7689733
  • dott.ssa Rosanna Vignola: vignola.sportellonewton@gmail.com – cel: 3934067138

Per accedere al servizio di Sportello sarà necessario firmare il modulo di consenso informato, per i ragazzi e le ragazze minorenni, sarà necessario che a firmare il modulo di consenso informato siano entrambi i genitori o il genitore che esercita la responsabilità genitoriale o il tutore. I ragazzi e le ragazze maggiorenni e gli adulti􏰂 che si rivolgeranno allo sportello provvederanno a firmare loro stessi il modulo che dovrà essere consegnato alla Psicologa al momento del primo colloquio.

Locandina sportello d'ascolto


Progetto “Scuola spazio comune, luogo da abitare, per sapere, saper fare, saper essere, insieme” 

Il Progetto “Scuola spazio comune – luogo da Abitare”, coordinato dalla dott.ssa Maura Benede􏰁, psicologa, specialista in psicoterapia umanis􏰂ca integrata e psicologia di comunità e condo􏰀o con la collaborazione dell’Associazione BuonAbitare, sede opera􏰂va di Roma, e della Coopera􏰂va Anche Noi, prevede, in continuità con il lavoro svolto per la promozione del benessere personale e relazionale e del rafforzamento della consapevolezza emo􏰂va e delle competenze prosociali, una serie di servizi e a􏰁vità rivol􏰂 all’intera comunità scolastica.

Sportello d’ascolto

Il Liceo Newton ha da anni a􏰁vato il servizio di Sportello d’ascolto volto a creare uno spazio di accoglienza, ascolto, orientamento e formazione per studen􏰂, famiglie, docen􏰂 e personale della scuola. Il servizio si propone, quindi, come riferimento psicologico di ascolto ed intervento per tu􏰀e le componente della scuola ed è orientato alla promozione del benessere psico-sociale di chi fa parte della comunità scolas􏰂ca: alunni, genitori, docenti, personale scolas􏰂co, e delle relazioni che si a􏰁vano all’interno della comunità. 

Il servizio è orientato alla promozione della salute mentale degli alunni e degli adul􏰂 coinvol􏰂 nel loro percorso evolu􏰂vo, salute mentale come intesa dall’OMS: "uno stato di benessere in cui ogni individuo possa realizzare il suo potenziale, affrontare il normale stress della vita, lavorare in maniera produ􏰁va e fru􏰀uosa e apportare un contributo alla propria comunità".

Negli ul􏰂mi anni si è visto un aumento delle richieste di aiuto da parte dei ragazzi e delle ragazze che frequentano la scuola, delle loro famiglie e dei docen􏰂. Le a􏰁vità di sportello d’ascolto saranno orientate, quindi, da una parte prendere in carico il disagio che i ragazzi e le ragazze esprimono e di accompagnare gli adul􏰂 (genitori, docen􏰂) nel loro riconoscimento e nell’individuazione di strategie efficaci di affrontamento.

Lo Sportello d’Ascolto si delineerà come uno spazio di consulenza e orientamento sia per gli studen􏰂 che per le famiglie che per i docen􏰂, non di valutazione e psicoterapia. Ove necessario il/la professionista psicologo/a si occuperà di indirizzare lo studente/studentessa o le famiglie presso un Servizio adeguato alla situazione da approfondire. In questo senso rappresenterà un importante strumento di prevenzione della salute degli studen􏰂 e di promozione di un apprendimento integrato fa􏰀o di trasmissione di competenze culturali, tecniche e socioaffe􏰁ve.

Le a􏰁vità legate allo sportello d’ascolto saranno mirate a promuovere l’autoconsapevolezza emo􏰂va e relazionale, a prevenire comportamen􏰂 a rischio e ad accogliere tempes􏰂vamente la domanda di aiuto a􏰀raverso un intervento di primo livello.

Orario – sede dello sportello – modalità di accesso - contatti

Sarà garantita l’apertura dello sportello un giorno a se􏰁mana in sede centrale, Viale Manzoni, 47. I colloqui si svolgeranno il venerdì dalle ore 13.00 alle ore 17.00. I colloqui verranno svol􏰂 dalla do􏰀.ssa Maura Benede􏰁, psicologa, psicoterapeuta, esperta in psicologia scolas􏰂ca e di comunità e dalla do􏰀.ssa Rosanna Vignola, psicologa, psicoterapeuta, esperta in neuropsicologia dell’età evolu􏰂va. Lo sportello d’ascolto sarà finalizzato a fornire un intervento di primo livello, fornendo principalmente uno spazio di accoglienza e ascolto, di consulenza e di orientamento, rivolta a ragazzi e ragazze in età evolu􏰂va, ai genitori, ai docen􏰂, al personale scolas􏰂co. Il servizio di sportello d'ascolto terminerà in corrispondenza con il termine delle lezioni nel mese di giugno.

Per accedere allo sportello è necessario prenotare un appuntamento scrivendo una mail, inviando un messaggio o telefonando alle psicologhe di riferimento:

  • dott.ssa Maura Benede􏰁: benedetti.sportellonewton@gmail.com – cel: 327 7689733
  • dott.ssa Rosanna Vignola: vignola.sportellonewton@gmail.com – cel: 3934067138

Per accedere al servizio di Sportello sarà necessario firmare il modulo di consenso informato, per i ragazzi e le ragazze minorenni, sarà necessario che a firmare il modulo di consenso informato siano entrambe i genitori o il genitore che esercita la responsabilità genitoriale o il tutore. I ragazzi e le ragazze maggiorenni e gli adul􏰂 che si rivolgeranno allo sportello provvederanno a firmare loro stessi il modulo che dovrà essere consegnato alla Psicologa al momento del primo colloquio.

Educazione socioaffettiva

Le a􏰁vità di educazione socioaffe􏰁va saranno svolte con i gruppi classe, principalmente nel biennio, e/o nelle classi dove i docen􏰂 o gli alunni facciano una par􏰂colare richiesta di intervento. L’obie􏰁vo di tali a􏰁vità è rendere la scuola, sempre di più, un luogo dove si apprenda e ci si formi a stare insieme, a fare esperienza di ciò che le relazioni interpersonali e di gruppo comportano: formarsi all’incontro, a ges􏰂re il confli􏰀o, a valorizzare ed includere le differenze, fino ad arrivare all’interdipendenza necessaria per proge􏰀are azioni partecipa􏰂ve e trasforma􏰂ve dei propri contes􏰂 di riferimento, come la scuola, spazio relazionale intergenerazionale dove seminare, col􏰂vare, imparare a prendersi cura del proprio proge􏰀o di vita e della dimensione colle􏰁va. Scuola come Luogo in cui si apprende l’importanza della presenza del corpo nella relazione, delle parole, dei ges􏰂 lega􏰂 alla prossimità, al rispe􏰀o e alla condivisione di uno spazio comune.

Le a􏰁vità di educazione socioaffe􏰁va saranno programmate durante l’orario delle lezioni in collaborazione con i docen􏰂 della scuola.

Promozione della cittadinanza a􏰁va e responsabile a􏰀raverso il Service Learning

Sarà proposto un Laboratorio pomeridiano di promozione della partecipazione civica e della ci􏰀adinanza a􏰁va che coinvolgerà i ragazzi e le ragazze in momen􏰂 forma􏰂vi ed esperienziali, promuovendo una sinergia educa􏰂va tra famiglie, scuola, associazioni del territorio per arrivare a proge􏰀are insieme un servizio da svolgere insieme aperto al territorio.

L’approccio del laboratorio è quello del Service Learning che valorizza, nel processo di apprendimento, l’importanza della ricaduta delle conoscenze, competenze, abilità relazionali, mo􏰂vazioni, sull’impegno nella comunità. Basilare nel laboratorio sarà la promozione della partecipazione giovanile, della corresponsabilità nel processo di apprendimento come coinvolgimento a􏰁vo dei giovani e degli adul􏰂 di riferimento, nel rilancio di un pa􏰀o educa􏰂vo comune. Le a􏰁vità del laboratorio saranno svolte in collaborazione con Associazioni ed En􏰂 specializza􏰂 nella promozione di un coinvolgimento a􏰁vo dei giovani nei loro territori, nelle loro comunità e gruppi di appartenenza e programmate in collaborazione con la scuola.

Laboratorio esperienziale del BuonAbitare per la promozione di un nuovo pa􏰀o educa􏰂vo e della ci􏰀adinanza a􏰁va e responsabile a􏰀raverso il Service Learning

Gli studen􏰂 saranno invita􏰂 a partecipare a un laboratorio pomeridiano dedicato alla promozione della partecipazione civica e della ci􏰀adinanza a􏰁va. A􏰀raverso momen􏰂 forma􏰂vi esperienziali in cui sarà valorizzata la sinergia educa􏰂va tra famiglie, scuola e associazioni del territorio, si arriverà a co-proge􏰀are un servizio da svolgere insieme sul territorio della scuola.

L’approccio del laboratorio è quello del Service Learning che valorizza, nel processo di apprendimento, l’importanza della ricaduta delle conoscenze, competenze, abilità relazionali, mo􏰂vazioni, sull’impegno nella comunità. Basilare nel laboratorio sarà la promozione della partecipazione, della corresponsabilità nel processo di apprendimento come coinvolgimento a􏰁vo dei giovani e degli adul􏰂 di riferimento, nel rilancio di un pa􏰀o educa􏰂vo comune. Le a􏰁vità del laboratorio, programmate in accordo con la scuola, saranno svolte in collaborazione con associazioni ed en􏰂 specializza􏰂 nella promozione del coinvolgimento a􏰁vo dei giovani nei loro territori, nelle loro comunità e gruppi di appartenenza.

Coordinamento Progetto
Dott.ssa Maura Benedetti􏰁, psicologa, psicoterapeuta, esperta in psicologia di comunità.

Equipe
Dott.ssa Maura Benede􏰁, psicologa, psicoterapeuta, esperta in psicologia di comunità.
Dott.ssa Rosanna Vignola, psicologa, psicoterapeuta, esperta in neuropsicologia dell’età evolutiva.
Dott.ssa Laura Antonella Fernandez Tayupanta, psicologa.
Dott. Alessandro Ghigo, laurea magistrale in psicologia, tirocinante.